Tre belle notizie, Giugno 2018 è arrivato con le sue good news

La chiamano estate eppure non sempre questo Giugno ci ha regalato le temperature sperate. Pioggia o sole nulla ci ha impedito di selezionare tre belle notizie che ci fanno fare un sospiro di sollievo, tre piccole gocce in un mare molto spesso agitato anzi, decisamente in tempesta.

Eccoci qui, rimanendo in tema marino, salpiamo dai nostri cugini spagnoli. Il neo primo ministro Pedro Sánchez, eletto proprio ad inizio mese, ha scelto un team di persone davvero preparate per l’esecutivo, a detta degli esperti, si tratta di un governo notevole per il Partito Socialista Spagnolo (PSOE). Se parliamo di numeri già questi parlano da soli, dei 17 ministeri previsti da Sánchez, 11 sono guidati da donne. Si tratta di una cosa mai successa prima nella storia della Spagna così come degli altri paesi europei o dell’Italia che è arrivata al massimo ad 8, esattamente metà dell’esecutivo, nell’ultimo governo Renzi. Tanti auguri per un buon lavoro a Sánchez che comincerà il suo percorso con degli ottimi presupposti, finalmente, almeno in Spagna, l’autorità ed il potere sono genderless.

Per la seconda notizia dobbiamo andare più lontano, fino in Nuova Zelanda. Proprio poche ore fa la leader del governo Jacinda Ardern ha dato alla luce la sua primogenita, una neonata di 3,31 kg. Si tratta della seconda volta nella storia che un Primo ministro sia diventato mamma nel corso del suo mandato. La prima volta è stata nel 1990 per la seconda gravidanza della leader pakistana Benazir Bhutto. Jacinda, eletta meno di un anno fa, prenderà un congedo di maternità di sei settimane lasciando il posto al suo vice assicurando di rimanere sempre al passo con le decisioni del suo governo. La prossima volta che vi chiederanno come conciliare famiglia e lavoro siamo autorizzate a picchiare qualcuno?

Per la terza notizia torniamo in Italia e celebriamo la nostra grande passione sportiva. Durante gli Europei di scherma in Russia la nostra squadra di Fioretto Femminile ha conquistato la Medaglia d’Oro. La formazione azzurra vincente è composta da Arianna Errigo, (vincitrice della medaglia d’argento nella gara individuale), Alice Volpi (che ha conquistato la medaglia di bronzo) da Camilla Mancini e Chiara Cini.  Dopo un match esordito con qualche errore da parte delle azzurre la gara è proseguita colpo dopo colpo con molta grinta e determinazione portando le ragazze italiane a sconfiggere le russe per 41 a 40.

Martina ZANGHI’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *